Home
NUOVI ARRIVI
Access Modding
Neon, Led, Lights, etc
Rheobus, FanControll, Cardreader, etc
Molex, Sleeve, Raccoglicavi, etc
Alimentatori
Celle di Peltier
Case
Cavi
Dissipatori Chip
Dissipatori CPU
Pasta termocond.
Ventole
Griglie, filtri, viti, etc
 
 
Listino completo
Out Of Stock
Articoli
Download
Links


Vieni a trovarci al nostro negozio:
Via Mantellini 32 a ROMA
Orari: Lun-Ven 16-19

updating...


Clicca qui per sapere come unire gli ordini!

 

Pulizia del rame

Spesso capita che i nostri clienti ci chiedano se l'ossido che si forma sulle superfici di rame esposte all'aria renda inefficace un dispositivo costruito di tale materiale. L'ossido che si forma rende infatti il rame di un colore prima brunito, poi, dopo diversi mesi quasi verde e lo priva della sua lucentezza, che è seconda solo a quella dei metalli nobili quali argento, oro e platino. In effetti l'ossido di rame ha una conduttività termica pressoché dimezzata rispetto al materiale puro, tuttavia le prestazioni NON decadono minimamente in quanto lo spessore dello strato di ossido è generalmente di pochi micron, quindi dato che il coefficiente di convezione aria/rame e aria/ossido di rame è pressoché identico, non vi sarebbe la necessità tecnica di pulirlo!

Rimane il fattore estetico però! e si sa che agli overclockers più ambiziosi fa piacere mettere in mostra le meraviglie all'interno del loro case ;) Il discorso che tenendo aperto il case sta più fresco il pc è solo una scusa, ammettiamolo ;-))))). Il problema si può risolvere anche se non definitivamente con un piccolo espediente! Dico non definitivamente perché la procedura dovrebbe essere ripetuta ogni 2-3 mesi per far mantenere un buon grado di lucentezza al rame. Come vedrete tra poco la procedura richiede comunque pochi minuti per la preparazione e pochi istanti per l'esecuzione, inoltre il costo è pressoché nullo!!

Nella nostra esperienza abbiamo portato allo splendore originale un Thermalright SK6, ma il procedimento è eseguibile sia sui dissipatori ad aria che sui nostri ormai famosi waterblocks.

Non serve molta attrezzatura, bastano un paio di bicchieri di aceto e 3 cucchiai di sale un recipiente adeguato ed un phon, magari anche un scottex o un panno pulito.

In primis va messo l'aceto nel recipiente e poi vi va sciolto dentro il sale agitando con un cucchiaio, l'aceto è un solvente potente, bastano pochi secondi di "mescolamento" per far sciogliere tutto il sale. Poi si immerge il corpo da pulire nella soluzione così ottenuta, basta meno di un secondo di immersione e non serve strofinio, una volta riemerso noterete che il rame ha ripreso il suo colore naturale, molto simile all'oro rosso... ora afferrate il dissipatore con dello scottex ed asciugatelo con il phon, senza toccarlo con le mani finche è bagnato, questo preserverà la lucentezza in maniera uniforme e più a lungo.

SK6 Nella foto a lato notate chiaramente fino a dove è stato immerso il dissipatore, e si nota la notevole lucentezza acquistata dal dissipatore.

SK 6 Anche la base risulta (ovviamente) perfettamente pulita, anche qui si nota l'efficacia del metodo.

SK6 Un altro dettaglio del dissipatore.

Buon maquillage dei vostri dissipatori! :)

Gianluca.

 

 

 
Le informazioni contenute in questa pagina possono essere modificate senza alcun preavviso. Zeta Byte Italia SRL non è responsabile in alcun modo di errori presenti in queste informazioni
2001-2003 Copyright di ZetabyteItalia SRL ...more info